Questo è un libro che parla di libertà e di eroi. Ma non di quelli che girano con spada e armatura e hanno i superpoteri. O meglio, questi 35 eroi un superpotere ce l’hanno: saper dire di no alle ingiustizie e lottare per la libertà. Ecco perché Io dico no non è semplicemente un libro per ragazzi sulla giustizia e la libertà: è una raccolta di storie di eroica disobbedienza.

Andiamo a scoprirlo.

Io dico no e gli eroi disobbedienti

Imparare l’obbedienza serve, ma serve anche imparare a ragionare con la propria testa, per poter pensare liberamente. E i 35 protagonisti che Daniele Aristarco ha scelto per il suo libro Io dico no: storie di eroica disobbedienza hanno pensato molto liberamente.

Alcuni di loro, però, hanno fallito nel loro intento. Come Orfeo, che riesce a dire di no alla morte, ma non resiste alla tentazione di dare uno sguardo all’amata Euridice un attimo prima di tornare nel mondo dei vivi.

Altri, invece, sono morti difendendo la loro causa, come Spartaco e Chico Mendes. Altri ancora hanno sofferto e subito rappresaglie, ma non hanno mollato: e questi sono gli abitanti di Le Chambon-sur-Lignon, un paese sulle montagne francesi, che durante la Seconda Guerra Mondiale si sono rifiutati di collaborare con il regime nazista.

E poi c’è chi, come Rosa Parks, con un piccolo “no” su un autobus iniziano a cambiare un mondo intero.

Ma sapete qual è il bello? Che non importa se abbiano avuto successo o fallito, perché sono comunque tutti riusciti a cambiare la storia del nostro mondo per sempre.

Perché un libro per ragazzi sulla giustizia e la libertà

Perché leggere e proporre un libro che parla di libertà e di atti di disobbedienza ai ragazzi? Perché le ingiustizie non appartengono solo al passato, e la libertà è un dono da difendere sempre.

Daniele Aristarco ve ne farà scoprire il valore attraverso questi 35 eroi. Alcuni forse li conoscete, altri forse no. Le loro storie riusciranno comunque a portarvi a spasso nel tempo e nel mondo, alla scoperta non solo di miti e personaggi storici, ma anche di culture e problematiche storiche diverse.

Il tratto comune è però sempre lo stesso: il tentativo di superare le ingiustizie con piccoli grandi “no” e azioni coraggiose per difendere le proprie libertà.

Potete leggerlo saltando da un personaggio all’altro, viaggiando nel tempo e nello spazio. Siete liberi di farlo.