Questo capitolo è dedicato a tre verbi. Al verbo dovere che, si sa, con la lettura non va d’accordo.

Chi ama i libri non lo conosce, predilige volere e quando la vita lo tiene lontano dalle pagine soffre per non poterle leggere. Chi ama leggere spesso vezzeggia anche l’oggetto libro, feticisticamente lo colleziona, si entusiasma per l’ebook che gli consente di portare sempre con sè le storie che ama, dichiara e diffonde questo amore citando, raccogliendo, condividendo ogni frase, slogan, aneddoto che esalta la lettura e i lettori. Lo fanno da più di un anno i nostri fans su Facebook.

Che cosa c’è dietro a queste manifestazioni d’affetto, a questi status da lettore incallito, che cosa c’è dentro la mente e il cuore di chi ama leggere? Ce lo siamo domandati perché non vogliamo solo vendere bei libri, ma crediamo di avere il dovere di promuovere il valore di questi strumenti. Possiamo farlo se riusciamo a trasmettere come leggere riempie la vita di molti di noi. E lo faremo con le voci degli esperti: le vostre.