Qualche consiglio pratico su come avvicinare i bambini ai libri.

Anche i bambini amano i libri

A qualcuno potrà sembrare strano, ma posso assicurarvi che i bambini, anche i più piccoli, amano i libri.

In questi anni ho assistito più e più volte all’incontenibile voglia dei bambini di prendere un libro tra le mani e mettersi a sfogliarlo. All’asilo nido abbiamo diversi libri: dai libri di stoffa e sonori adatti ai piccolissimi ai libri illustrati amati dai più grandicelli.

Solitamente proponiamo durante la giornata un momento di relax in cui i libri diventano i protagonisti; ad ogni modo, dato che il nostro nido segue il pensiero montessoriano, i libri così come i giochi e gli altri materiali sono accessibili ai bambini e loro hanno piena libertà di fruirne. 

Dieci consigli pratici per avvicina i bambini alla lettura

  1. Libera scelta

Avvicinare i bambini alla lettura non è semplice, ma se li coinvolgiamo in quest’attività sicuramente faremo centro! La cosa migliore è rendere partecipe il bambino della scelta del libro, lui si sentirà importante e sceglierà secondo i suoi gusti. Posso garantirvi che anche bambini molto piccoli sanno quello che vogliono, naturalmente per bambini sotto i due anni saremo noi a proporgli una raccolta di libri adatti a loro.

  1. Libri accessibili

Per far sì che il bambino cominci a sfogliare libri dobbiamo fare in modo che essi siano accessibili a lui, così come gli altri giocattoli. Il bambino dev’essere autonomo e non sempre dover chiedere a mamma e papà.

  1. Andiamo in biblioteca?

Portare il vostro bimbo in biblioteca sarà sicuramente un’esperienza che lo aiuterà ad avvicinarsi ai libri, a capire quanto sia importante averne e ad utilizzarli in un certo modo.

  1. Piccole storie, piccoli lettori

Naturalmente per ogni età c’è un libro adatto. Il genitore, così come l’educatore o l’insegnante dovrebbe essere in grado di proporre al bambino il libro adeguato per la sua età e i suoi bisogni. Perché anche delle piccole storie possono avere grandi significati.

Tra i libri che più consigliamo come educatrici troviamo quelli sul pannolino, la paura del buio, la nascita di un fratellino, l’ingresso al nido ecc. Per il bambino è importante sapere che non è il solo ad paura del buio o si sente inadeguato se si fa la pipì addosso, attraverso la storia potrà rivivere le proprie emozioni e le proprie paure e cercare di superarle così come fa il protagonista del libro.

  1. Leggere fin nella pancia

Leggere ai bambini fin nella pancia può portare dei grossi benefici sia per il bambino, sia per la mamma. Lo confermano diverse ricerche che hanno dato valore scientifico a questa dolce abitudine.

La voce della mamma, ma anche quella del papà, può avere effetti positivi sullo sviluppo del feto.

Se parliamo e/o leggiamo al bambino che portiamo in grembo gli daremo modo di memorizzare e riconoscere la nostra voce e dopo che l’avrà ascoltata parecchie volte sarà in grado di ricordarsela anche dopo la nascita. Oltre a filastrocche e ninna nanne, perché non leggere al bambino qualche storia?! I libri per bambini possono essere una buona alternativa; magari possiamo scegliere qualche albo illustrato a noi caro, che ci ha accompagnato nella nostra infanzia. Noi faremo un tuffo nel passato e il nostro bambino si sentirà cullato dalla nostra voce.

  1. Letture della buona notte

Una buona abitudine è quella di creare una ritualità nella lettura, ovvero ritagliarsi dei piccoli momenti, che siano sempre quelli, con il proprio bambino per leggergli una storia.

Ad esempio se sera dopo sera leggerete una storia al vostro bimbo vedrete che dopo poco tempo sarà lui a chiedervelo. Mi raccomando dev’essere un momento esclusivo e di relax. 

  1. Proporre al bambino letture divertenti

Secondo la mia esperienza, è utile proporre ai bambini anche libri divertenti, perché leggere dev’essere un piacere e una gioia. 

  1. Il pomeriggio delle letture

Portare i bambini in una libreria o in una biblioteca che propone letture pomeridiane è sicuramente efficace. Lì il bambino potrà scoprire il piacere di ascoltare una storia e di condividere le avventure dei protagonisti insieme ai suoi coetanei. 

  1. Solo libri di qualità

La scelta del libro è fondamentale, proponete ai vostri bambini dei libri di qualità, sono sicura che apprezzeranno, anche se piccoli sanno riconoscere cosa è bello e di qualità da ciò che non lo è. 

  1. Ti è piaciuta questa storia?

Chiedere ai bambini se la storia che hanno letto o ascoltato gli è piaciuta gli farà sicuramente piacere. Si sentiranno ascoltati e potranno esprimere il loro punto di vista.

E voi quali trucchi adottate con i vostri bambini?